5 scrittori dei Pesci

di Charlie Foo |

Intuitivi – positivi – sinceri

Le persone nate sotto il segno dei Pesci sono persone che riescono a guardare con lucidità alle cose perché grazie al loro grande intuito vedono sempre il bicchiere mezzo pieno. Sono persone leali e sorridenti, anche quando qualche volta si sentono  un po’ affranti dentro. Ecco alcuni celebri scrittori nati sotto a questo segno. Vi ritrovate nei loro testi e nel loro modo di vivere?

#1 Alessandro Manzoni (1785-1873)

Cresce nella letteratura latina ma da ventenne frequenta sale per il gioco d’azzardo e l’alta borghesia illuminista. Ritrova la fede il giorno in cui, perdutosi in mezzo alla folla, riesce a ritrovare sua moglie sui gradini della Chiesa. La sua conversione è ancora oggetto di dibattito.

Opera consigliata: “I promessi sposi” (1842)

#2 Umberto Saba (1883-1957)

Figlio di una ragazza madre ebraica di Trieste. Va in analisi da un allievo di Freud. Sopravvive al secondo conflitto mondiale ma continuando a cambiare abitazione. Ogni giorno, nelle sue case provvisorie, riceve le visite del poeta e amico Eugenio Montale il quale rischia la vita pur di vederlo.

Opera consigliata: “Canzoniere” (1922)

#3 Gabriel Garcìa Màrquez (1927-2014)

Un genio. Non ha abbastanza soldi per inviare per intero alla casa editrice il suo manoscritto più famoso. Ne spedisce solo una metà, ma per errore manda la seconda invece della prima. La casa editrice ne resta comunque folgorata e decide di pubblicarlo. Il suo romanzo, che vi consiglio qui, ve lo consiglio disperatamente.

Opera consigliata: “Cent’anni di solitudine” (1967)

#4 Gabriele d’Annunzio (1863-1938)

Soprannominato il Vate, cioè il poeta sacro, Durante la Prima Guerra Mondiale fa propaganda in favore della guerra e partecipa ottenendo medaglie e riconoscimenti.I fascisti riutilizzano le sue parole e i suoi slogan ma D’annunzio non prende mai la tessera del Partito Nazionale Fascista.  

Opera consigliata: “Il piacere” (1889)

#5 Philip Roth (1933-2018)

Fra i più premiati autori statunitensi, scrive romanzi in cui i protagonisti sono i suoi alter-ego, il più famoso dei quali è Nathan Zuckerman, che compare in più di un’opera. In alcuni casi usa perfino dei personaggi che si chiamano Philip Roth. Sa essere critico, ironico e dissacrante.

Opera consigliata: “Lamento di Portnoy” (1969)

Per concludere, ecco una citazione che sia d’ispirazione per l’anno nuovo a tutti i nati sotto al segno dei Pesci:

“Non rivangare quello che non può servire ad altro che a inquietarti inutilmente.”

Alessandro Manzoni


Charlie Foo

Charlie Foo

Autrice di "Seasons", Charlie è un'inguaribile viaggiatrice, sognatrice e femminista. Si ispira alla realtà per i suoi imprevedibili racconti.