5 poesie di Giuseppe Ungaretti

di Charlie Foo |

Poeta del Novecento, Giuseppe Ungaretti (1888 -1970) è il più ricercato in questi giorni su Google per via degli esami di maturità imminenti. Se anche voi in questi giorni state rivivendo la maturità insieme ai maturandi, ecco 5 poesie di Ungaretti per rinfrescare la memoria scolastica e per cogliere al volo l’occasione per godersi di nuovo un po’ di libera poesia.

#1 Soldati

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie

(Bosco di Courton luglio 1918)

@Pixabay

#2 Allegria di naufragi

E subito riprende
il viaggio
come
dopo il naufragio
un superstite
lupo di mare

(Versa il 14 febbraio 1917)

@Pixabay

#3 Rose in fiamme

Su un oceano
di scampanelli
repentina
galleggia un’altra mattina.

(Vallone il 17 agosto 1917)

@Pixabay

#4 Stasera

Balaustrata di brezza
per appoggiare stasera
la mia malinconia.

(Versa, 21 maggio 1916)

@Pixabay

#5 Giorno per giorno

E t’amo, t’amo, ed è continuo schianto

@Pixabay

Ungaretti è considerato uno dei maggiori esponenti dell’ermetismo, una corrente letteraria che vedeva l’arte presentarsi in forma complicata ma compressa in poche ricercate parole. Resta un poeta immortale nella cui arte rifugiarsi quando la vita si fa troppo caotica e disordinata.

A mio avviso la poesia ermetica si presta molto alla lettura estiva. Poche parole, fresche e nuove, rinfrancano sempre un po’ dalla calura estiva. Per qualche altra poesia, leggi anche questo articolo: ci sono le poesie vincitrici del concorso indetto in occasione della festa della mamma e intitolato “Mamma è poesia 2019”.



Charlie Foo

Charlie Foo

Autrice di "Seasons", Charlie è un'inguaribile viaggiatrice, sognatrice e femminista. Si ispira alla realtà per i suoi imprevedibili racconti.