5 modi per ricordare un libro

di Charlie Foo |

Se quando finite un libro avete l’impressione di aver appena dimenticato tutto quello che avete letto, non temete: succede quasi a tutti!

Mia mamma dimentica quasi sempre il libro perfino durante la lettura!

Non è sempre facile ricordare quello che leggiamo e a volte viviamo i libri come se fossero una sorta di sogno: al risveglio ci sembra che nulla sia mai accaduto davvero e non riusciamo a ricordare i dettagli della storia.

Niente paura, eccovi qualche dritta per non sentirsi più disorientati dopo la lettura!

libri e tazza di té

#1 Sottolineare i passaggi importanti

Quando ci sembra che un evento abbia un particolare peso, possiamo sottolinearlo. Usare matite o pennarelli colorati può aiutare la memoria visiva a ricordare un determinato passaggio anche attraverso i colori. Nessuno poi ci vieta di evidenziare o sottolineare con un tratto ondulato o doppio.

#2 Ripetere o raccontare la storia a qualcuno

Quando chiedo a mia madre cosa ne pensa d un libro mi racconta inevitabilmente tutto quello che ha letto fino a quel momento. Per quanto si tratti spesso di spoiler (motivo per cui ho iniziato a rifilarle solo libri che ho già letto) è un metodo che l’aiuta molto a ricordare quello che legge. Evitando gli spoiler, cercate di tenere sempre qualcuno al corrente di quello che state leggendo in quel momento. Di fatto aiuta voi a fissare i punti chiave della trama.

#3 Leggere ad alta voce o in gruppo

Spesso la lettura a voce alta aiuta a memorizzare la storia e i concetti più importanti nella testa anche grazie al suono della vostra voce. In alternativa si può iniziare una lettura di gruppo (con qualche amico fidato o con il quale condividete una certa passione) e leggere ad alta voce una pagina per uno. Questo tipo di attività trasforma la lettura in un’esperienza di gruppo piuttosto che in un’attività individuale e vi permette anche di mettere le basi per delle riflessioni a voce alta sulla storia.

#4 Trascrivere le frasi più belle

Se siete di quei lettori che hanno sempre dei foglietti di carta e una matita buttati da qualche parte in borsa, avrete certamente occasione di trascrivere le frasi più belle del libro che state leggendo per immortalarle al di fuori del libro e farne delle massime di vita personali. Potreste anche iniziare un quadernino di citazioni da riempire con le frasi più belle o più significative dei libri che leggete.

#5 Recensire

Io uso l’app di Anobii per catalogare tutti i libri che leggo e per dar loro un voto in stelline, come con i prodotti di Amazon, oltre che per recensirli brevemente e dire cosa mi è piaciuto e cosa no. Recensire i libri (anche in due righe) su Internet o su un app per catalogare le letture aiuta molto a ricordarle. Inoltre, anche se dovessimo dimenticare quella lettura, quando dovessimo decidere di rileggerlo sapremmo cosa aspettarci da quel libro.

uomo che legge

D’altra parte va aggiunto che la memoria si comporta come i muscoli del nostro corpo: basta tenerla in allenamento perché possa darci ogni giorno un po’ di più. In questo senso, più leggete e più la memoria si allena: il cervello va tenuto sempre sveglio e in allenamento, così che ricordare le letture che facciamo diventi ogni giorno un po’ meno difficile. Laddove avessimo lo stesso qualche difficoltà però, possiamo sempre fare ricorso a questi 5 trucchetti per ricordare quello che leggiamo e sfuggire alle grinfie del tempo 😉


Charlie Foo

Charlie Foo

Autrice di "Seasons", Charlie è un'inguaribile viaggiatrice, sognatrice e femminista. Si ispira alla realtà per i suoi imprevedibili racconti.