5 libri su pandemie da leggere in quarantena

di Charlie Foo |

Dai diciamolo, questo articolo lo stavate aspettando! 

Come perdere un’occasione come una quarantena dovuta ad un’epidemia di pest… scusate, di Coronavirus per stravaccarsi sul divano di casa a leggere in attesa che il peggio sia passato?

Di questi tempi avrete certo sentito parlare del “profetico” libro di Dean Koontz, scrittore americano che pare avesse previsto il Coronavirus nel suo libro “The Eye of The Darkness che parla del virus Wuhan-400, ma mi piacerebbe parlare anche di altri romanzi del genere.

Questi giorni di riposo forzato, con scuole chiuse, carceri che vanno a fuoco, isteria collettiva e gente dal sangue freddo e il polso tremolante, ci ricorda alcune distopie della letteratura e momenti storici importanti a cui possono ispirarsi le nostre letture dei prossimi tempi, specie se ci annoiamo e non sappiamo che fare durante la quarantena.

Se anche voi siete affascinati da questo virus, degno dei migliori film catastrofici, eccovi 5 libri che soddisferanno la vostra fame di universi post-apocalittici (da leggere mentre STATE RIGOROSAMENTE A CASA)!

#1 “La Peste” di Albert Camus

Sì, lo so, sembra eccessivo, ma in questo libro vediamo la reazione della gente, in tutte le sue sfaccettature, ad una pandemia. Camus ce lo ha raccontato tanti anni fa, descrivendo cosa significhi solidarietà, paura e amore ai tempi di una terribile malattia contagiosa.

#2 “Anna” di Niccolò Ammaniti

In questo libro ambientato in Sicilia, una pandemia uccide solo gli adulti risparmiando i bambini. Un’inquietante somiglianza col virus attuale che ha spinto molti a rispolverare questo romanzo in questo periodo di attesa e speranza. 

#3 “L’ombra dello Scorpione” di Stephen King

Se le cose col Coronavirus dovessero protrarsi ancora a lungo, ecco che King ci verrebbe in aiuto con uno dei suoi romanzi più lunghi di sempre. Un libro che supera le mille pagine (1400 circa) e che racconta di un pugno di sopravvissuti in un mondo in cui un virus ha colpito il 96% della popolazione.

#4 “Cecità” di José Saramago 

Anche in questo caso, un misterioso morbo affligge gli abitanti di una cittadina senza nome. Un romanzo di un premio Nobel per la letteratura non può che risultare illuminante in un periodo come questo. “Saggio sulla lucidità”, dello stesso autore, è considerato il seguito di questo romanzo.

#5 “Potere esecutivo” di Tom Clancy

Un libro in cui si parla di un’epidemia di ebola negli Stati Uniti. Molte delle misure attuate al momento per fermare il Coronavirus vengono messe in campo e a tratti il libro si avvicina sorprendentemente alla realtà di questo momento. 

BONUS

Quello era l’anno” di Dennis Lehane

Si tratta in realtà di un romanzo storico dell’autore de L’isola della Paura (il libro da cui è tratto il film Shutter Island) e racconta della Grande Guerra (1918-1919), ma parla anche di come i soldati tornassero dal fronte dopo aver contratto la Spagnola, una malattia da circa 50 milioni di vittime (più della peste nera nel 1600). Per i più pigri, c’è anche il film diretto da Sam Raimi!

Scherzi a parte, è pur vero che questo periodo di malattia sta mettendo in ginocchio l’Italia. Non è un momento storico facile per noi che siamo già una nazione che fatica a stare a galla e spesso perfino a tirare a fine mese.

Mi auguro che il mio amato paese riesca ad imparare qualcosa da tutto questo dolore, come il valore della solidarietà, il brivido della paura e la conseguente ricerca di salvezza e l’inutilità del razzismo e che si rimetta in piedi il prima possibile. Credo che gli italiani abbiano la resilienza e l’entusiasmo necessari per rimettersi a costruire dopo un disastro di questa portata, ma anche che debbano mostrarsi solidali e aiutarsi vicendevolmente per arrivare alla fine di questo periodo nero. 

A proposito, leggete solo notizie provenienti da fonti certe, qui il mio articolo su come riconoscere le bufale.

Facciamoci coraggio, dopo la tempesta torna sempre il sole! 💪🏻


Charlie Foo

Charlie Foo

Autrice di "Seasons", Charlie è un'inguaribile viaggiatrice, sognatrice e femminista. Si ispira alla realtà per i suoi imprevedibili racconti.