Il nuovo anno è arrivato. Mentre saltava il tappo dello spumante ci siamo posti nuovi obiettivi, e abbiamo fatto il conto di quello che siamo o non siamo riusciti a realizzare nel 2017. Certe volte ci siamo sentiti soli o rassegnati, altre forti e orgogliosi, ma bisogna sempre ricordare che è il nostro atteggiamento che determina la riuscita dei nostri progetti. In questo articolo trovate 5 frasi motivazionali (e due parole su chi le ha dette) per iniziare bene l’anno nuovo e questa mia nuova rubrica 5 modi by Charlie!

#1 “Non si è mai troppo vecchi per fissare un altro obiettivo o per sognare un altro sogno” C.S. Lewis (1898-1963)

Chi ha pronunciato questa frase è Clive Staples Lewis, l’intellettuale anglo-irlandese docente di letteratura inglese all’università di Oxford e autore della magica saga Le Cronache di Narnia. Amico di Tolkien (autore de Il Signore degli Anelli) affronta nella sua vita momenti difficili come la morte della madre quando ha solo dieci anni o l’arruolamento a soli diciotto anni nelle file per combattere la prima guerra mondiale, nonché la morte prematura della moglie. Nonostante questo, Lewis risulta fra i più brillanti e prolifici scrittori della sua epoca.

#2 “Noi gente pazza ragioniamo con il cuore” Jim Morrison (1943-1971)

Frontman della banda musicale statunitense The Doors, Jim Morrison è spesso visto come simbolo dei tumulti della giovinezza, delle emozioni forti e delle passioni. Considerato un poeta maledetto, si dedica nella sua vita alla musica, alla poesia e al teatro, e nel 2008 la rivista Rolling Stones lo colloca al 47º posto nella lista dei 100 migliori cantanti. La sua morte resta ancora avvolta nel mistero: c’è chi sostiene che sia ancora vivo, chi dice sia morto di overdose e chi per un arresto cardiaco, tuttavia Jim Morrison resta e resterà sempre fra i personaggi più carismatici della storia musicale occidentale.

#3 “Il grado di libertà di un uomo si misura dall’intensità dei suoi sogni” Alda Merini (1931-2009)

Poetessa e scrittrice italiana. Nata da una famiglia modesta, chiede di essere ammessa al liceo Manzoni di Milano ma incredibilmente non supera la prova di italiano. Esordisce come autrice all’età di quindici anni, e continuerà a scrivere e produrre poesia per tutta la vita. Conosce Eugenio Montale e Salvatore Quasimodo e riceve nel 2007 la laurea honoris causa in “Teorie della comunicazione e dei linguaggi” presso l’Università di Messina tenendo una lettura magistrale sui meandri tortuosi del suo vissuto.

#4 “Cerco sempre di fare ciò che non sono capace di fare, per imparare come farlo” Pablo Picasso (1881-1973)

Da subito predisposto all’arte viene ammesso a soli quattordici anni all’Accademia di Belle Arti di Barcellona. Interessato alla scultura africana e sempre alla ricerca di nuove sperimentazioni, Picasso dà vita ad un nuovo movimento artistico, il cubismo, che porta avanti per dieci anni, prima di tornare a dedicarsi a tipi di arte più tradizionali, riscoprendo la bellezza delle piccole cose durante la sua lunga vita, durata 92 anni.

#5 “La felicità non è avere quello che si desidera ma desiderare quello che si ha” Oscar Wilde (1854-1900)

Celeberrimo scrittore di opere semplici e raffinate, Oscar Wilde è condannato nel corso della sua vita a trascorrere due anni in prigione per omosessualità. Scrittore dalla personalità vivace, e grande viaggiatore, produce moltissimi testi, anche teatrali, brillanti e paradossali, molti dei quali sono considerati ancora oggi dei capolavori dell’Ottocento.

Prendiamo le parole di questi grandi artisti come se fossero le parole dei nostri nonni e facciamo che questo 2018 sia costellato di successi, gioie, e perché no, anche qualche fallimento dal quale imparare per rialzarci più forti di prima.

Dì la tua!