Spesso la storia ha messo in secondo piano le donne artiste (penso ad Artemia Gentileschi ad esempio, o ad Angelika Kauffman) e la storia della letteratura non è da meno purtroppo. 

In più occasioni mi sono trovata a parlare con lettori che si domandavano quali fossero le donne della letteratura da leggere assolutamente, e per questo ho deciso di scrivere questo articolo. Ci tengo a precisare che penso che i libri vadano letti a prescindere dal sesso dell’autore: un libro non è migliore perché scritto da una donna, come non è migliore perché scritto da un uomo. 

Tuttavia, se avete l’impressione di esservi abituati al punto di vista maschile perché tendete a leggere solo libri scritti da uomini e cercate ora una prospettiva nuova sulle cose, una prospettiva femminile magari, ecco alcuni consigli di lettura: qui di seguito trovate i miei libri preferiti scritti da donne!

#1 Isabel Allende

Una scrittrice il cui stile è per tanti versi assimilabile a quello di Gabriel Garcìa Marquez. La Allende è in grado di raccontare la storia di generazioni e generazioni di persone in un unico, brillante libro senza mai annoiare il lettore. Nei suoi romanzi passato e presente dei personaggi si mescolano per creare un clima folkloristico del Sud America ma sempre con una grande attenzione al contesto storico dei suoi personaggi.

Libro consigliato: La Casa degli Spiriti

#2 Virginia Woolf

Una scrittrice che si ama o si odia. Nota per la tecnica del flusso di coscienza (i personaggi raccontano quel che pensano nel momento stesso in cui lo pensano, generando una narrazione a tratti confusa ma molto realistica e che ricalca il naturale andamento dei pensieri umani). Io l’ho amata e la consiglio a tutte le persone riflessive che tendono a vedere il mondo da un punto di vista introverso: potreste sentirvi finalmente compresi! 

Libro consigliato: Gita al faro

#3 Fannie Flagg

Una scrittrice fresca, dallo stile leggero e scanzonato che sa raccontare anche storie terribili, con una spontaneità del linguaggio senza eguali. Fannie Flagg indaga gli esseri umani, in modo evidente ma felice. Sembra racchiudere dei piccoli mondi nei suoi romanzi, mondi ricchi di ombre e contraddizioni ma in cui i personaggi sembrano sempre sapere come fare la cosa giusta. 

Libro consigliato: Pomodori Verdi Fritti al Caffé di Whistle Stop

#4 Agatha Christie

Una scrittrice dalla vita interessantissima, archeologa, amante e infermiera durante la Prima Guerra Mondiale. Agatha Christie inventa quel che è forse il suo personaggio più riuscito, l’iconico investigatore francese, Poirot, ricalcando il cugino inglese Sherlock Holmes. La sorella della Christie infatti, l’aveva sfidata a creare un personaggio di tendenza e affascinante al pari di quello di Sir Arthur Conan Doyle. Grazie al proprio talento, la Christie è naturalmente riuscita nell’intento col suo Poirot.

Libro consigliato: Poirot a Styles Court 

#5 Rupi Kaur

Poetessa indiana che ha ottenuto da poco successo anche in Italia, è in grado di creare meravigliose storie attraverso l’uso di poche e consapevoli parole, scelte con cura per rappresentare al meglio il mondo che circonda la sua protagonista. Le sue poesie sono raccolte in volumi in grado di raccontare la storia lineare di un personaggio invece di raccogliere emozioni in modo “disordinato” come spesso accade per la poesia.

Libro consigliato: Latte e miele

Latte e miele (in lingua originale) dal mio profilo Instagram


Ci tengo a dire che spesso si pensa erroneamente alla letteratura “al femminile” come a una letteratura “debole”, eccessivamente sensibile ed esplicitamente amorosa e romantica (nel senso moderno del termine). 

In realtà, sebbene il punto di vista femminile sia sicuramente più attento al mondo interiore, sa essere a tratti crudo e sfacciato come accade di tanto in tanto per il genere maschile. In questo senso mi piacerebbe che fosse chiaro che per quanto il mondo interiore di uomini e donne sia diverso, la letteratura di entrambi trova spesso dei punti di contatto e sa incrociarsi e scambiarsi i ruoli tradizionalmente associati ai sessi creando mondi meravigliosi e complessi. 

Ho scelto per il mio articolo solo donne della letteratura contemporanea, dovendo accostare uno dei miei libri preferiti, ma sono sicura che ci siano scrittrici super interessanti anche muovendosi a ritroso nel tempo.

Voi che ne pensate? C’è qualche scrittrice che consigliereste ad altri lettori?